Conti deposito

Attivazione conto deposito CheBanca: guida all’apertura

chebanca logo

I conti deposito sono, senza dubbio, tra le migliori forme di investimento ad oggi presenti sul mercato. Si tratta, infatti, di investimenti sicuri (grazie alla tutela fino a 100000 euro del Fondo Interbancario) e al tempo stesso redditizi.

I conti deposito sembrerebbero, per alcuni versi, simili ai conti correnti ma a differenza di questi ultimi non consentono di effettuare alcune operazioni tipiche quali ad esempio i bonifici, l’accredito dello stipendio e così via. Questi prodotti, invece, devono essere utilizzati unicamente come deposito per far fruttare i propri risparmi.

Tra i migliori conti deposito del momento bisogna sicuramente segnalare il conto deposito di CheBanca. Le opinioni e le recensioni di questo prodotto sono decisamente positive: l’attivazione del conto, infatti, è gratuita ed è possibile scegliere di vincolare o meno il proprio investimento. Nel caso, ovviamente, di investimenti vincolati gli interessi offerti sono più alti (2,2% per vincoli di 12 mesi).

Come già anticipato l’apertura di conto deposito CheBanca è gratuita, ma come procedere per l’attivazione del conto? Fondamentalmente è possibile aprire conto deposito CheBanca in due modi: Online oppure in filiale.

Attivazione online: ecco come procedere!

L’attivazione online è sicuramente più rapida e facile: basta collegarsi al sito www.chebanca.it e procedere con la compilazione del modulo.

Scopri Conto Deposito CheBanca! »

I tempi di attivazione medi sono di circa 20 giorni. Al momento dell’attivazione non dimenticate di avere a portata di mano il codice iban del proprio conto corrente bancario, un documento di identità e il codice fiscale. Dopo aver compilato il modulo sul sito è sufficiente stamparlo e spedirlo all’indirizzo indicato.

Dopo di che dovrete effettuare un bonifico (è sufficiente anche un euro) per ricevere direttamente a casa i codici di accesso all’homebanking.

In alternativa potete scegliere di aprire conto deposito CheBanca in filiale, nella maniera “tradizionale”; ovviamente sconsigliamo questa opzione a causa delle possibile code in filiale che renderebbero l’operazione di attivazione decisamente più macchinosa.