Conti a zero spese: risparmio assicurato

Esiste davvero un conto corrente a zero spese? Buone notizie. La risposta a questa domanda è assolutamente “sì”. I conti correnti a zero spese esistono, sono anche numerosi sul mercato e non è così difficile trovarli.

Esistono diverse tipologie di conti correnti a costo zero: nella maggior parte dei casi si tratta di conti correnti online a zero spese, quindi conti gestibili interamente su internet, che, proprio grazie alla loro leggerezza e dinamicità abbattono tutti quei costi dei conti correnti tradizionali.

Esiste poi una particolare tipologia di conto corrente a zero spese per giovani, un prodotto bancario semplificato, con un forte orientamento al web, e che che consente di avere, fino ad una certa età (normalmente quesi conti sono riservati a chi ha meno di 30 anni), un conto corrente a costo zero ma assolutamente funzionale come qualsiasi altro conto.

Le caratteristiche dei conti correnti a zero spese

L’ovvia caratteristica di un conto corrente a zero spese è quella  di non prevedere alcun costo per l’utente. Ciò è possibile attraverso l’abbattimento delle due principali voci di spesa associate ai conti correnti tradizionali; in particolare, in un conto corrente a 0 spese, all’utente non vengono addebbitate le spese “fisse” e  quelle “variabili”.

Le prime includono tre voci principali: le imposte di bollo, il canone annuo ed i costi delle carte magnetiche come bancomat e carte di credito.

Nella spese variabili invece son inclusi i costi di alcune operazioni come il prelievo da ATM (che può essere gratuito se effettuato presso la propria banca ed a pagamento presso le altre), o l’effettuazione di pagamenti come i bonifici, gli F24, le bollette o altro.

In un conto zero spese tutte queste voci sono abbattute. Nel caso di un conto corrente per i giovani, ad esempio, vengono eliminati tutti i costi di gestione del conto a patto che il cliente accetti alcuni limiti come l’obbligo di prelievo presso la propria banca oppure l’assenza di interessi attivi.

Come mettere  i conti correnti zero spese a confronto

La maniera più efficace per mettere un conto corrente zero spese a confronto con altri conti correnti di questo tipo è l’utilizzo di comparatori online oppure  la ricerca di informazioni su guide online come la nostra.

In questa sezione del nostro sito potete ad esempio avere informazioni dettagliate su ogni tipo di conto corrente a zero spese: per farlo basta cliccare sulla scheda di approfondimento del prodotto.

I migliori conti a zero spese

Conto corrente
Voto
Apri il Conto Gratis
01.Logo
conto corrente arancio
conto myunipol
conto widiba
che banca

In questa pagina inoltre sono elencati i migliori conti a zero spese in ordine decrescente, tuttavia vista la complessità del prodotto vi consigliamo di provarli tutti per capire quale sia il più adatto per le vostre esigenze.

Dopo aver scelto il miglior conto a costo zero, se volete aprirlo direttamente online non dovete fare altro che inserire alcuni dati come ad esempio le informazioni anagrafiche, i contatti ed eventuali codici di promozione.

Come potete notare, leggendo le schede di approfondimento, molto spesso il conto corrente online a zero spese offre al cliente un tasso di interesse molto conveniente. Ciò invece non accade con il conto corrente a costo zero delle banche tradizionali: quasi sempre si tratta di conti correnti gratis che però non presentano tassi di interesse convenienti anche a fronte di cifre depositate abbastanza cospicue.

I conti correnti aziendali a zero spese

Grazie alla loro capacità di abbattere i costi e riuscire allo stesso tempo ad offrire interessi, i conti online a zero spese sono oggi utilizzati non solo dai giovani ma anche dalle famiglie. E non è tutto qui: anche il comparto commerciale si sta indirizzando verso questa tipologia di conti e, per soddisfare la domanda da questo tipo di clientela, da qualche tempo sono nati prodotti come il “conto corrente aziendale” a costo zero.

Avere un conto corrente aziendale a zero spese è la soluzione ideale per quelle piccole realtà (magari in fase di start up) che, come da obbligo di legge, hanno bisogno di muoversi a livello finanziario tramite sistemi tracciabili, e che nel conto corrente bancario a zero spese trovano quindi uno strumento efficace ed economico. Start up a parte anche un po’ tutte le altre aziende, uffici e realtà commerciali di ogni tipo, si stanno orientando verso tipologie di conto corrente senza spese da gestire principalmente tramite homebanking.