Conti correnti

Conto corrente postale o bancario: qual è meglio?

conti correnti

Oggigiorno, sopratutto a causa delle crescenti difficoltà economiche delle famiglie italiane, la scelta dell’istituto nel quale aprire il proprio conto corrente ha assunto grande rilevanza. I risparmiatori più attenti, infatti, sanno quant’è importante sapere individuare le migliori offerte bancarie presenti sul mercato in modo tale da risparmiare alcune centinaia d’euro l’anno o addirittura guadagnare grazie agli interessi sul conto corrente.

Ovviamente per la scelta del conto corrente non bisogna basarsi esclusivamente sui costi e sulla convenienza economica del prodotto ma si deve tenere conto soprattutto di quelle che sono le nostre esigenze specifiche per quanto riguarda gli investimenti e la gestione dei risparmi.

Confronta Conti Correnti »

Un primo interrogativo di fronte al quale molto spesso si trovano coloro che devono aprire un nuovo conto corrente è se affidarsi alle Poste Italiane oppure optare per un conto corrente bancario. Molti, infatti, si chiedono se sia meglio il conto corrente postale o bancario; rispondere a questa domanda non è affatto facile e, come, al solito bisogna valutare le esigenze caso per caso.

Vediamo comunque quali sono a grandi linee le principali differenze tra un conto in banca e un conto alle poste.

Innanzitutto bisogna ricordare che il conto Bancoposta si è molto evoluto nel corso degli anni riuscendo ad integrare i servizi offline con una nuova offerta di prodotti gestibili interamente sul web. In pratica, con questo cambiamento, il conto corrente postale è diventato per molti versi simile ad un normale conto corrente bancario come ad esempio quello di Chebanca!, Ing direct o Fineco. Il conto Bancoposta, inoltre, comprende la carta di debito Postamat e prevede il libretto degli assegni e la domiciliazione bancaria.

Fino a qualche anno fa il vantaggio principale del conto corrente postale stava nei costi di gestione molto ridotti; in un certo senso, quindi, il conto alle poste risultava più conveniente di quello bancario.

Oggigiorno, però, grazie alla comparsa dei cosiddetti conti correnti a costo zero, i conti correnti bancari garantisco un’ampia gamma di servizi professionali a costi praticamente nulli.

Apri un Conto Corrente On Line »

In pratica è possibile affermare, che scegliendo i migliori prodotti a costo zero, è possibile, con il conto bancario, avere un maggior numero di servizi rispetto al conto corrente postale e il tutto senza alcuna spesa!

Inoltre i conti correnti bancari prevedono, rispetto al conto Banco posta una maggiore flessibilità e funzionalità; ad esempio il conto corrente postale non aderisce al Fondo Interbancario per la tutela dei depositi ed, inoltre, prevede dei limiti di operatività maggiori.

In conclusione è possibile affermare che seppure la scelta tra conto corrente bancario e postale dipenda dalle singole esigenze del cliente in linea di massima i conti correnti bancari (e in particolar modo quelli online a zero spese) risultano più funzionali e convenienti.