Trovare il Miglior conto corrente: consigli utili

Muoversi alla ricerca dei migliori conti correnti è un qualcosa che non richiede grandi nozioni di finanza e di regolamentazioni del sistema bancario; basta, invece, avere chiare e definite in testa poche regole da seguire che possono davvero aiutarci a trovare il miglior prodotto.

Qualche spot pubblicitario ci dice che il miglior conto è quello che meglio si adatta alle nostre esigenze; questo è vero, ma solo fino ad un certo punto. Ad esempio un conto corrente conveniente potrebbe essere in grado di assecondare tutte le nostre esigenze, ma allo stesso tempo non essere gratuito ma anzi avere dei costi gestione piuttosto alti. In questo caso avrebbe quindi senso domandarsi se questo è il miglior conto corrente bancario a cui possiamo ambire.

Un altro punto di vista potrebbe essere invece il seguente: il conto corrente più vantaggioso è quello che ci fa guadagnare di più. Come? I migliori conti correnti da un lato abbassano o (meglio ancora) abbattono tutte le spese di gestione, sia quelle variabili sia quelle fisse; dall’altro il conto corrente più vantaggioso è anche quello in grado di garantire gli interessi (e quindi i guadagni) più alti sulle cifre depositate.

I migliori conti correnti si trovano online

Esiste una tipologia di conto che risponde a questo identikit? Sì, sono i conti online, i migliori prodotti per la gestione del risparmio oggi in circolazione. Quello online è un conto corrente economico innanzitutto, perché le spese sono nella stragrande maggioranza dei casi pari a zero, e già questa è una differenza non da poco rispetto ai conti correnti tradizionali. Non ci sono i costi legati ai bolli, prelievi e pagamenti sono gratuiti, niente canone e carta di credito e bancomat a zero euro; queste sono le caratteristiche tipiche del miglior conto online.

I migliori conti correnti in circolazione

CONTO CORRENTE
VOTO
APRI IL CONTO GRATIS »
conto widiba
(Buono Amazon Fino a 500 €)
conto corrente arancio
conto corrente unicredit
(Telepass gratis per 6 mesi)

Un conto corrente su internet, oltre ad essere molto più vantaggioso a livello economico, offre numerosi vantaggi anche a livello funzionale; rispetto al conto classico aperto presso le banche tradizionali, il conto corrente online offre una maggior libertà operativa al cliente, che può effettuare tutte le operazioni di gestione del proprio conto (controllo del saldo, visualizzazione delle transazioni, bonifici e pagamenti) in ogni momento, da casa, in ufficio o dal proprio smartphone in mobilità.

Basta una connessione ad internet per fare in pochi minuti quello che prima si poteva fare solo in banca dopo lunghe file.

Come trovare il miglior conto online: i fattori da considerare nella scelta

Proprio in ragione dei numerosi vantaggi offerti sono sempre di più i risparmiatori che preferiscono aprire un conto online e le proposte in questo mercato aumentano di giorno in giorno.

Diventa dunque importante capire come scegliere il miglior conto online. Come? Semplice, ad esempio grazie a siti come al nostro che offrono una lista dei migliori conti correnti online. Scorrendo la lista sarà possibile conoscere le condizioni di ogni singolo prodotto e trovare il miglior conto corrente online. Un risultato a cui si arriva solo mettendo più conti correnti a confronto.

Basterà considerare i tassi di interesse netti offerti per calcolare il guadagno presunto a fine anno (considerando un deposito medio); a questa cifra andranno poi sottratte le eventuali spese del conto. Quello che otterremo in questo modo sarà il saldo finale, ovvero quello che davvero ci resterà in tasca tra entrate ed uscite. Maggiore è il saldo a fine anno, più vantaggioso è il conto, almeno in termini economici.

Va infine sottolineato come la scelta del conto corrente migliore vada comunque relazionata al tipo di utenza di appartenenza; ad esempio, se si effettuano molte operazioni come prelievi, pagamenti e bonifici sarà meglio optare per un conto a zero spese variabili. Viceversa se si pensa di fare un utilizzo poco intensivo del conto, sarà più importante abbattere il più possibile le spese fisse e massimizzare il tasso di interesse netto.