Il rendimento dei conti deposito

È inutile dire che una delle chiavi del successo commerciale dei conti di deposito, siano i rendimenti  che questo tipo di prodotti sono in grado di assicurare al proprio titolare.

I rendimenti dei conti deposito sono innanzitutto sicuri, in quanto si tratta di investimenti non a rischio, come avviene invece per chi investe nella borsa o nei fondi. Per calcolare il rendimento di un conto deposito  bisogna partire dal tasso di interesse attivo proposto dalla banca, ovvero quello riconosciuto a favore del cliente.  Su questo, in fase di stipula del contratto, bisogna fare attenzione a distinguere tra netto e lordo. I rendimenti del conto deposito sono infatti legati al primo, ovvero al netto, secondo una semplice funzione matematica.

Supponiamo di avere un capitale depositato di 100 mila euro e di avere un conto deposito con un rendimento del 2% (ovvero con questo tasso di interesse attivo netto). Il computo del guadagno finale è presto fatto, basterà infatti moltiplicare i suddetti 100 mila euro per 2 per poi dividerli per 100, ottenendo in questo modo 2 mila euro che sono gli interessi del conto deposito.

Conti deposito ad alto rendimento

Conto Deposito
Voto
Attiva Gratis il Conto »
che banca

Ora che abbiamo capito come si effettua il calcolo degli interessi di un conto deposito  non ci resta che massimizzare il nostro rendimento. Guardando alla attuale situazione del mercato si può affermare che in questo momento il miglior tasso per un conto deposito è quello offerto dal conto deposito vincolato.

Spesso all’interna di questa tipologia ci si può imbattere in proposte di conto deposito con interessi anticipati; è certamente una proposta allettante ma bisogna considerare che con i conti vincolati vengono messi precisi paletti alla disponibilità del deposito.  Inoltre, laddove si dovesse richiedere indietro il proprio denaro prima della conclusione del periodo di maturazione degli interessi, la banca potrebbe