Banche

Cambiare banca ora è ancor più semplice

conto corrente bancario

Dall’Investment impact, direttiva europea, arriva la portabilità del conto corrente, il decreto che recepisce la direttiva europea è ora in vigore anche in Italia. L’obiettivo è semplificare le procedure per cambiare banca e sostenere la ripresa economica per le imprese.

La norma prevede che i clienti che vogliono cambiare la banca, dopo aver compilato il modulo di richiesta, devono ottenere il trasloco del conto corrente entro 15 giorni, anche se vi è possibilità di indicare una data specifica dalla quale il vecchio conto risulta chiuso. L’operazione dovrà essere completamente gratuita, come già per la portabilità del mutuo.

Confronta Conti Correnti »

Per un’ulteriore tutela dei clienti, nel caso in cui la banca non dovesse adempiere entro i 15 giorni previsti, o la data scelta, per essa scatterà una sanzione di tipo economico. Dalle dichiarazioni del ministro dell’Economia Padoan, la sanzione dovrebbe essere stimata in base al ritardo accumulato dalla banca e in base all’ammontare disponibile sul conto al momento della richiesta di cambio banca. La vecchia banca potrà trattenere solo eventuali costi di bollo e di tenuta del conto fino a quel momento maturati e previsti nel contratto.

Dopo la legge Bersani del 2007 che rendeva gratuita la chiusura del conto corrente, norma che però non ha eliminato le lungaggini burocratiche, questa è una delle riforme più importanti nel settore.

La norma dovrebbe agevolare il cambio di conto corrente verso banche con costi ridotti, infatti, i dati di recenti statistiche dicono che nell’ultimo anno solo l’8% dei correntisti italiani ha scelto di cambiare banca, nonostante la presenza delle banche on line che hanno costi di gestione dimezzati rispetto agli istituti bancari tradizionali. La sburocratizzazione e la gratuità dovrebbe essere una misura che incentiva il cambio banca, ma anche una riduzione dei costi dei conti dovuta ad una maggiore concorrenza.

E’ da sottolineare che resta per il cliente l’onere di comunicare le coordinate bancarie a tutti i soggetti interessati, come ad esempio il datore di lavoro, ma anche i fornitori delle utenze domestiche per i quali è attivata la procedura di domiciliazione dei pagamenti.

Confronta Conti Correnti »

Questo può essere di sicuro un deterrente.Il decreto Investment Impact oltre a prevedere le norme per facilitare la portabilità del conto, prevede anche la possibile nascita di una società a partecipazione mista, pubblico-privato, per sostenere liquidità necessaria a ristrutturazioni aziendali. Tra i possibili beneficiari di questa norma anche l’Ilva di Taranto.